Home / Mosca Beige / Questo Padre Pio non ce lo doveva fare
Questo Padre Pio non ce lo doveva fare
www.unavignettadipv.it

Questo Padre Pio non ce lo doveva fare

Questo Padre Pio non ce lo doveva fare No, onorevoli colleghi e colleghe, questo Padre Pio non ce lo doveva fare ! Abbiamo fatto di tutto col Vaticano per portarlo a Roma, è costato ai contribuenti anche uno sproposito e, poi, questo è il ringraziamento? La salma è un po’ carogna e, diciamolo, esce fuori dall’imbalsamato. Ovvio che molti di noi speravano in qualche miracolo propagandistico e strappalacrime, ma miracoletti, cose leggere, che ne so: qualche cieco che riacquistava la vista, un muto che di punto in bianco iniziava a parlare, bastava solo che non fosse iscritto a un partito…

CONDIVIDI......GRAZIE...........:-)

Voto Utenti : 4.84 ( 16 voti)

Questo Padre Pio non ce lo doveva fare

No, onorevoli colleghi e colleghe, questo Padre Pio non ce lo doveva fare ! Abbiamo fatto di tutto col Vaticano per portarlo a Roma, è costato ai contribuenti anche uno sproposito e, poi, questo è il ringraziamento? La salma è un po’ carogna e, diciamolo, esce fuori dall’imbalsamato.

Ovvio che molti di noi speravano in qualche miracolo propagandistico e strappalacrime, ma miracoletti, cose leggere, che ne so: qualche cieco che riacquistava la vista, un muto che di punto in bianco iniziava a parlare, bastava solo che non fosse iscritto a un partito per rispondere alle domande dei giudici,  al massimo la Cirinnà che si faceva suora di clausura, ma questo no … questo non ce lo doveva fare.

Tutto è cominciato tra le mura vaticane: arriva la teca e la sera stessa Monsignor Bertone si addormenta nella sua stanza da letto che confina a sud con la Tenuta di Al Bano per svegliarsi l’indomani in una tenda di profughi schiavizzati a Rosarno. Dovevamo capire tutto! Invece no. Abbiamo pensato con troppa leggerezza che fosse un problema loro, dei preti, e facendo così abbiamo preso il “reliquione” sottogamba.

100.000 euro per Padre Pio

Pietro Vanessi, 100,000 euro per portare Padre Pio al Giubileo. Clicca per ingrandire

Ora, signori miei, salma e sangue freddo! Riepiloghiamo i fatti. Dopo il notturno e inspiegabile cambio di domicilio del cardinale, altri terribili cose sono accadute. All’inizio  eventi controllabili e di poco conto: elettori del PD che cominciavano a capire, Adinolfi fulminato di botto a via Damasco mentre usciva da un bar. Meschino … è ancora lì, a pancia in su e con una frappa in mano, nessuno lo vuole rigirare … fa una tristezza.  Ora per tornare su via Efeso dobbiamo sciropparci tutto il traffico della Ostiense.

Ma un bel giorno, dopo che tra i grillini Di Battista iniziò a parlare simultaneamente ben sei lingue morte, il grande botto: Renzi, durante una conferenza stampa, non riuscì a finire una semplice frase: “Expo’ è stato un succ” …, e da allora, ogniqualvolta si appresta a dire una cazzata, viene colto da una fulminante dissenteria. E’ una vera e propria catastrofe, una tragedia. Appena apre bocca è un inferno e non abbiamo idea di chi possa prendere il suo posto. Ci costa pure un botto in pannoloni da quando abbiamo transennato i bagni di Palazzo Chigi.

Anche Alfano, dopo essersi guardato allo specchio, si è fatto prendere da una rovinosa crisi di coscienza: preso da un raptus ha rassegnato le dimissioni a Mattarella e da quel giorno vaga senza meta nei palazzi gridando: “Non so fare un cazzo, non so fare un cazzo”.

In un primo momento aveva preso in mano la situazione Verdini, ma anche lui non è sfuggito all’influsso del santo frate … subito dopo aver pagato i cinesi delle primarie di Milano si è spontaneamente consegnato alle forze dell’ordine. “Ogni plomessa è debito” sono state le sue ultime parole in pubblico.

Non sappiamo che fare. Siamo arrivati alla frutta marcia! Pensiamo addirittura di costituire il primo governo Razzi; ma anche qui c’è un intoppo, quello ora parla solo coreano! Abbiamo chiamato un interprete madrelingua ma anche lui non ci capisce una beneamata mazza. Il suo abbruzzo-coreano è un mistero così come lo era il suo italiano.

Voi ora mi chiederete: “e Salvini? Perché non abbiamo chiesto a lui?” Signori miei, mi duole dovervi comunicare che Salvini è irrintracciabile. L’ultima volta è stato visto su una carretta del mare piena di poveri disperati nel canale di Sicilia, tutto scuro in viso mentre chiedeva aiuto in maghrebino stretto.

commenta: Questo Padre Pio non ce lo doveva fare

Vignetta di Pietro Vanessi

Franco Giordano

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Immagine CAPTCHA

*

sedici − uno =